Psicologo Genova

PSICOTERAPIA BREVE

lo studio

Nell'attività professionale nello studio privato pratico la psicoterapia individuale, di coppia, familiare, centrata sull'esplorazione e la risoluzione di temi problematici.

Non molti possono permettersi lo sforzo di tre o quattro sedute alla settimana e molti anni di lavoro, elementi tipici del trattamento psicoanalitico: non solo per i costi economici che possono diventare così ragguardevoli ma soprattutto perché alle persone manca in genere un tempo così grande da dedicare a un progetto di ristrutturazione della personalità.

Le terapie cosiddette brevi, come la terapia sistemica da me praticata, non richiedono i tempi della psicoanalisi e hanno una grande potenzialità nell'induzione del cambiamento necessario: tranne che in casi particolarmente impegnativi, l'impegno va da 10 a 20 sedute con cadenza in genere bisettimanale (due incontri al mese).

Il rapporto costi/benefici risulta decisamente vantaggioso per il cliente che decide di intraprendere il percorso terapeutico.

Lo sviluppo teorico ed operazionale delle terapie brevi si è affermato negli anni '70: fu messo in crisi il pregiudizio che la terapia per essere profonda dovesse essere necessariamente lunga.

Dopo il colloquio iniziale e lo stabilirsi del contratto di consulenza (definizione degli obiettivi, dei tempi), sarà sempre comunque il cliente a contribuire a determinare la durata del rapporto in base alla costante definizione dei propri bisogni e ai progressi della terapia.

La prima consulenza in studio è GRATUITA.

SISTEMICO RELAZIONALE

conversazione

Le persone nella loro storia affrontano continui cambiamenti che ne scandiscono la crescita e lo sviluppo. In questo percorso possono incontrare ostacoli anche molto seri che conducono a situazioni di crisi e di sofferenza che logorano i legami tra le persone e si possono esprimere con sintomi psicopatologici.
Allargare il campo di osservazione all'intero sistema delle relazioni consente di cogliere connessioni e significati altrimenti incomprensibili. Il terapeuta sistemico ospita dentro di sé una pluralità di voci ed è animato dalla positive view, per cui non va alla ricerca solo degli aspetti patologici, ma soprattutto delle risorse disponibili. Il cliente non subisce il trattamento, ma vi collabora attivamente.
La terapia sistemica familiare, di coppia o individuale è spesso il modo migliore per affrontare i problemi psicologici, per comprendere e superare il disagio ed evitarne la cronicizzazione.


Ciascuno di noi ha bisogno in qualche momento della sua vita; basta poco, a volte.
Tantissimi problemi di comunicazione potrebbero essere risolti.
Comunque permette a ciascuno di fare un buon esame di coscienza e poter convivere con gli altri.
Solo noi possiamo vedere cosa succede dentro.
Commento finale di una cliente al termine dei nostri colloqui

CASI "SISTEMICI" PIÙ FREQUENTI

L'approccio sistemico applicato all'ambito individuale, di coppia, familiare, di gruppo risulta particolarmente indicato nei seguenti casi:

La caratteristica flessibilità dell'approccio sistemico si rivela anche particolarmente adatta all'interazione con immigrati e a instaurare eventualmente il setting etnopsicoterapeutico, con l'aiuto di mediatori linguistici.

GRUPPO DI CRESCITA A ORIENTAMENTO SISTEMICO

Le sedute di un gruppo di crescita a orientamento sistemico si sviluppano in incontri periodici (in genere ogni due settimane) la cui finalità principale è per ognuno dei partecipanti l'espressione e la condivisione di vissuti, emozioni, sentimenti in ambiente protetto e l'ampliamento della propria consapevolezza relativamente alla lettura delle dinamiche interne e relazionali.

In questo tipo di gruppo ogni membro che lo costituisce ha quindi la possibilità di affrontare un percorso individuale in cui viene assistito dallo psicoterapeuta e in cui può contemporaneamente crescere insieme agli altri, scegliendo, ad esempio, di appoggiarvisi, utilizzando uno o più componenti di esso in qualità di figure rappresentative della propria storia personale. In questo contesto uno strumento pratico molto utilizzato è quello delle "sculture".

darsi la mano

I membri di ciascun gruppo possono decidere se avvalersi di questa opportunità in piena libertà. Essi possono scegliere di parlare o meno, di compiere un lavoro di esplorazione o di non compierlo e di partecipare o no al lavoro degli altri, pur rispettandolo, se si è stati chiamati a farlo e quindi di offrire un feedback o di negarlo.
Nuovi gruppi vengono avviati al raggiungimento del numero minimo di adesioni.

MEDIAZIONE FAMILIARE

Svolgo inoltre incontri di mediazione familiare, nei casi di inevitabile separazione e divorzio, incoraggiando un approccio cooperativo tra i componenti della coppia al fine di negoziare un accordo scritto, che diventi la base dell'accordo che raggiungeranno in sede legale. In un contesto strutturato il mediatore familiare, come terzo neutrale, nella garanzia del segreto professionale e in autonomia dall'ambito giudiziario, si adopera affinché i partner elaborino in prima persona un programma di separazione soddisfacente per sé e per i figli, in cui possano esercitare la comune responsabilità genitoriale. La mediazione familiare costituisce un intervento particolare che non può sostituire altre necessità, come quelle di avere una buona difesa dei propri diritti o di un vero e proprio lavoro terapeutico con la coppia o la famiglia, caratteristico invece del rapporto di terapia descritto precedentemente.

DOVE

Ricevo i clienti nel mio studio in Via Contubernio Giovan Battista d'Albertis 15/1B nel quartiere di San Fruttuoso.

Concordo telefonicamente gli appuntamenti al 348 2657018: se non posso rispondervi potete lasciare un messaggio nella segreteria del mio telefono cellulare per essere contattati al più presto.


INFORMAZIONI FISCALI

Ai sensi dell'art. 10 n° 18 del D.P.R. 26.10.72 e succ. mod. sono esenti da IVA le prestazioni sanitarie di diagnosi, cura e riabilitazione rese alla persona dagli esercenti la professione di psicologo. Tale esenzione opera solo in riferimento all'attività caratteristica dello psicologo che operi in ambito clinico-sanitario con prestazioni rese alla persona. Le fatture così emesse possono essere prese in considerazione nella dichiarazione dei redditi del cliente per documentare le spese sanitarie sostenute, al fine di usufruire delle agevolazioni fiscali previste dalla legge.

Antonio Armenia